“Oh, vita!” è il primo singolo e title track del nuovo disco di Lorenzo Jovanotti.


Il pezzo è una hit nata. Suona come una filastrocca ipnotica, con basso e batteria in primo piano e sopra il flow impeccabile che non perde un colpo. Ha quella presa semplice e robusta che aveva “Loser” di Beck. Per altri versi è puro “old school rap”, cantato e prodotto da due ragazzi degli anni ’60 che della vecchia scuola tanti anni fa – ciascuno nel proprio contesto di riferimento, a seimila chilometri di distanza – furono protagonisti.

Si sente, eccome, la mano di Rick Rubin, nella pulizia dei suoni, nell’enfasi data agli estremi: la sezione ritmica in primo piano da un lato e dall’altro la chitarra acustica, a integrarsi e a farsi da contrappunto. Una canzone che lavora per sottrazione, per essenzialità: poche cose, posizionate perfettamente, e un paio di citazioni: una è uno snippet di pochissimi secondi di “Futura”, amichevolmente concessa dagli eredi di Lucio Dalla, un altro è da “Ho visto un re”, la canzone di Dario Fo e Paolo Ciarchi incisa da Enzo Jannacci nel 1968.

Il tema è in puro stile di Lorenzo, come tutta la canzone: suona riconoscibile, ma diversa, e riesce nell’intento di unire diversi mondi: l’italianità e il mondo anglosassone. Esattamente come il video, che racconta Roma in bianco e nero come il quartiere periferico di una metropoli americana, tra playground e personaggi pittoreschi.

Il video che accompagna il brano è firmato da YouNuts, alla loro quarta produzione per Jovanotti (dopo “Sabato”, “Pieno di vita” e “E non hai visto ancora niente”).

Il video è stato girato nel quartiere romano intorno al Vaticano dove Lorenzo è cresciuto, a Porta Cavalleggeri, e dove è nata la sua musica.

Nel video c’è una dedica, che solo alcuni coglieranno, a un amico di Lorenzo : David “Primo”, il rapper romano dei Corveleno, scomparso lo scorso anno: una leggenda dell’hip hop italiano che da bambino andava sotto casa ad aspettare Lorenzo di ritorno dai suoi giri per avere un autografo. E che poi è diventato suo grande amico.

Previous Questa sera ospite ad Ambaraba' cicci' cocco',Manuela Blanchard di Bim Bum Bam.Ore 21 su radio free
Next PantaRei - Il giovedì alle 15.00