Sanremo, vince il duo Meta-Moro, davanti allo Stato Sociale e Annalisa


Quer pasticciaccio brutto» del pezzo che rischiò l’esclusione per un curioso caso di auto-plagio alla fine arriva sul gradino più alto del podio. Vince la 68esima edizione del Festival di Sanremo il duo Ermal Meta-Fabrizio Moro con Non mi avete fatto niente, pop contro le stragi di civili perpetrate dall’Isis diventato un vero e proprio caso nella settimana della kermesse.
Secondo lo Stato Sociale con il dadaismo elettronico di Una vita in vacanza che con l’estetica della «vecchia che balla» ha provato a replicare l’effetto «scimmia nuda» tanto fortunato a Sanremo 2017. Terza Annalisa con Il mondo prima di te.
Il pezzo di Meta e Moro, insignito anche del premio Tim Music per la canzone più riprodotta sulla piattaforma di proprietà del main sponson del Festival, mercoledì scorso era stato sospeso dalla gara in attesa di approfondimenti, per poi essere re-integrato giovedì. Il brano nasce dalla rielaborazione di Silenzio, pezzo di Andrea Febo (coautore di Non mi avete fatto nienteche era stato iscritto a Sanremo Giovani nel 2016. Secondo la «sentenza di assoluzione» emessa dalla Rai, Non mi avete fatto niente contiene stralci di Silenzio «in misura inferiore a un terzo della durata, quindi la circostanza che il brano sia stato già fruito non inficia la novità della canzone in gara».

Premi di consolazione e classifica generale
E veniamo ai premi di consolazione. Ron deve accontentarsi del riconoscimento della critica «Mia Martini». Il premio della Sala Stampa «Lucio Dalla» va allo Stato Sociale, mentre il premio «Sergio Endrigo» per la migliore interpretazione va a Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico. Il premio «Sergio Bardotti» per il miglior testo se lo aggiudicaMirkoeilcane, concorrente della categoria Nuove proposte. Il riconoscimento intitolato a «Giancarlo Bigazzi» per la migliore composizione musicale va a Max Gazzè.
Quanto alla classifica generale, al quarto posto si piazza Ron, seguito da Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico, poi Max Gazzè, Luca Barbarossa, Diodato e Roy Paci, The Kolors, Giovanni Caccamo, Le Vibrazioni, Enzo Avitabile e Peppe Servillo, Renzo Rubino, Noemi, Red Canzian, Decibel, Nina Zilli, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, Mario Biondi, fino ad arrivare a Elio e le Storie Tese.

Previous Simone Bruzzese trionfa a "In viaggio verso Sanremo"
Next Metallica, a Bologna cantano "Nel blu dipinto di blu" - VIDEO/SCALETTA

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *